Juniores, prova in chiaroscuro: Romagnano – Olimpia Sant’Agabio 1-1

Decisamente non la juniores che ci si poteva aspettare dopo le due vittorie consecutive quella che pareggia sul sintetico di Romagnano Sesia contro un’Olimpia Sant’Agabio rivelatosi avversario tosto e rognoso, ma di caratura tecnica decisamente inferiore ai nostri ragazzi. Stop che sa di occasione persa, visto che i risultati dagli altri campi erano stati molto favorevoli per raggiungere la vetta solitaria della classifica.

La cronaca: primo tempo

Lampariello effettua alcune modifiche rispetto allo schieramento messo in campo contro il San Rocco rinunciando a Stefanuto (in vista dell’impegno con la prima squadra), Tagliabue e Casaroli in favore rispettivamente di Granieri, Clemente e Fanetti. Inoltre Pollo riprende il suo posto al centro della difesa dopo la squalifica sostituendo Segatto. L’approccio alla partita dei nostri ragazzi non è incoraggiante e l’Olimpia Sant’Agabio ne approfitta per portarsi in vantaggio dopo appena 2′: una ingenuità di Clemente in fase di impostazione costringe Gili a commettere fallo sulla trequarti: Fusaro si incarica della battuta calciando in modo velenoso: la palla attraversa tutta l’area di rigore e termina in rete senza che Finotti, ingannato da un mancato intervento di Pollo, possa intervenire. Lo svantaggio immediato è una doccia gelata per il Romagnano, che però riesce a reagire in modo rabbioso, favorito anche dall’atteggiamento rinunciatario degli ospiti. Al 9′ primo squillo dei padroni di casa con Bertona che riceve un cambio di gioco di Gili, si accentra e calcia a rete, ma il portiere avversario Altilia respinge e nessun giocatore grigiogranata riesce ad intervenire sulla ribattuta. Ancora Romagnano pericoloso al 15′: sugli sviluppi di un corner, Malinverni crossa sul secondo palo, ma Rama non riesce ad indirizzare in rete di testa da posizione ravvicinata, sprecando l’ottima occasione. I nostri ragazzi continuano ad attaccare costringendo l’Olimpia Sant’Agabio a difendersi all’interno della propria metà campo e vedono i propri sforzi premiati al 22′: Vecchio, in proiezione offensiva, si avventa su un pallone vagante in area e viene travolto dall’uscita avventata di Altilia. L’arbitro concede il calcio di rigore tra le veementi proteste ospiti. Sul dischetto si presenta lo specialista Gili, che conferma la propria freddezza realizzando per la terza volta in questo campionato dagli 11 metri con un tiro potente che spiazza l’estremo difensore avversario per l’1-1. Il Romagnano continua a fare la partita e a mantenere il possesso della palla, ma l’attenta difesa ospite non concede occasioni e prova a colpire in ripartenza cercando di cogliere impreparata la difesa di casa: al 30′ Fusaro riceve palla da una punizione calciata velocemente e serve l’accorrente Moscatiello che entra in area e calcia rasoterra, ma Finotti non si fa sorprendere e respinge. Lampariello corre ai ripari gettando nella mischia Stefanuto al posto dell’evanescente Granieri cercando di dare nuova vivacità ad un attacco asfittico, tuttavia l’unica occasione prima dell’intervallo nasce da una palla inattiva, ma il colpo di testa del solito Rama, su punizione di Gili al 42′, si spegne sul fondo. Dopo 45′ minuti regna l’equilibrio: 1-1

Secondo tempo

All’uscita dagli spogliatoi il copione della partita resta invariato: Romagnano che fa la partita e Olimpia Sant’Agabio che si difende con ordine e prova a ripartire. Le principali occasioni provengono da tiri da lontano: al 53′ Fusaro ci riprova su punizione, ma la palla sfila di poco a lato alla sinistra di Finotti, al 58′ Gili vede Altilia fuori dai pali e prova a sorprenderlo su punizione, ma l’estremo difensore ospite si fa trovare pronto, mentre Malinverni ci prova dalla distanza al 64′ dopo una bella iniziativa personale, ma il portiere respinge. Consci che il tempo a disposizione stia esaurendo i padroni di casa provano ad alzare la pressione offensiva, ma la partita si fa nervosa e l’Olimpia Sant’Agabio è abile a fermare ogni tentativo del Romagnano di impostare una manovra fluida. C’è comunque spazio per alcune azioni estemporanee, come un tiro da lontano di Rama al 76′ che termina alto di poco sopra la traversa o un colpo di testa ravvicinato di Pollo su punizione di Gili che si spegne sull’esterno della rete. Al 79′ il Romagnano, che ormai prova in ogni modo a conquistare i 3 punti, confeziona l’ultima occasione del match con Gili che premia l’inserimento del neo entrato Segatto, il cui tiro termina anch’esso sull’esterno della rete. Nonostante nuovi affondi dei padroni di casa la difesa ospite regge e non corre ulteriori pericoli, mettendo in ghiaccio il risultato finale di 1-1. Nonostante il pareggio la nostra juniores aggancia il primo posto in classifica a quota 17 punti, posizione occupata in coabitazione con il Carpignano (sconfitto in casa dal San Rocco) e il Cameri (capace di imporsi sul River Sesia). Detto questo gli scontri diretti di questa giornata avevano offerto un occasione davvero propizia per guadagnare terreno sulle dirette concorrenti, non sfruttata a causa di questa opaca prestazione. L’occasione del riscatto, tuttavia è immediata: sabato prossimo la nostra juniores farà visita al S. Pietro Gravellona.

Il tabellino: formazioni

Romagnano: Finotti, Vecchio (dal 68′ Segatto), Clemente (dal 46′ Tagliabue), Tota, Pollo, Gili, Rama (dall’84’ Andreoletti), Fanetti (dal 55′ Casaroli), Granieri (dal 34′ Stefanuto), Bertona, Malinverni. A disposizione: Marrazzo, Cerri. Allenatore: Lampariello.

Olimpia Sant’Agabio: Altilia, Tamagni, Noamane, Yousri, Palladino, Mbaraki, Mansueto, Basarab, Fusaro, Moscatiello, Denaro. A disposizione: Siviero, Leka, Mazza, Marchesin. Allenatore: Arrigoni

Marcatori: 2′ Fusaro (O), 22′ rig. Gili (R).

Provvedimenti disciplinari: ammoniti Moscatiello, Denaro, Tamagni (O)