Juniores, l’anno nuovo comincia con un pareggio: Varzese-Romagnano 1-1

Una juniores molto rimaneggiata e priva persino del proprio allenatore riesce comunque a strappare un buon pari sul campo di Cuzzego grazie ad una rete negli ultimi istanti utili. La sfida tra due delle squadre che occupano le prime posizioni della classifica è stata nel complesso equilibrata: non eccellente dal punto di vista tecnico e della fluidità del gioco, ma indubbiamente gradevole sotto il profilo agonistico.

Cronaca

Alle numerose defezioni tra i giocatori si aggiunge quella di mister Erbetta, impossibilitato per motivi personali a prendere parte alla trasferta ossolana. In panchina va dunque Felice Tota, che si affida al collaudato 3-5-2, con Batista schierato come riferimento offensivo e Pasta libero di svariare su tutto il fronte d’attacco. La fase di studio iniziale dura pochi istanti, con le due formazioni che scendono in campo pronte a darsi battaglia sin dal fischio d’inizio. Entrambe le compagini preferiscono rinunciare al fraseggio palla a terra e provare a innescare i propri attaccanti con lanci in profondità. Proprio su un rilancio dalle retrovie al 3′ Filiberti manca l’intervento aereo e permette a Piroia di involarsi verso la porta; il numero 9 di casa prova a calciare da lontano per sorprendere Lucca, apparso leggermente fuori dai pali, ma non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Risponde il Romagnano all’11’ sfruttando un’altra leggerezza difensiva: Khouma recupera una palla vagante, avanza e lascia partire un diagonale dal limite dell’area che si spegne a lato. I nostri ragazzi avanzano pian piano il proprio baricentro, ma rischiano grosso in contropiede: al 20′ Piroia riceve palla spalle alla porta in seguito alla respinta di un calcio d’angolo in favore degli ospiti ed effettua un’intelligente sponda per Ciocca, libero di giungere indisturbato in area a tu per tu con Lucca, ma il suo tiro non è irresistibile e il portiere grigiogranata si salva di piede. La seconda metà del primo tempo risulta spezzettata frequentemente dalla direzione, molto fiscale, dell’arbitro, e nessuna delle due squadre riesce a rendersi più pericolosa di qualche sporadico e velleitario tentativo da lontano. Poco prima dell’intervallo sono i nostri ragazzi che rompono la fase di stanca e costruiscono una clamorosa occasione da rete: Batista riceve al limite da Khouma, vince un rimpallo, si accentra e calcia costringendo Bionda alla parata in tuffo; Catalano irrompe sulla respinta e calcia a botta sicura, trovando però il disperato intervento difensivo di Tonossi a sbarrargli la strada nei pressi della linea.

Il Romagnano esce con rinnovato vigore dagli spogliatoi, deciso a prendere in mano il controllo della partita: al 52′ Pasta, giunto al limite dell’area con un’iniziativa personale, scambia con Delvecchio e calcia di prima intenzione davanti a Bionda, provvidenziale nel negargli il gol del vantaggio con una parata d’istinto. Il suo “collega” Lucca non è da meno al 55′, quando alza sopra la traversa un sinistro di Piroia, che aveva resistito allo scontro corpo a corpo con Filiberti. Alcuni istanti più tardi i nostri ragazzi reclamano con il direttore di gara che sorvola su un intervento in area ai danni di Batista. Al 60′ Pasta scatta in posizione perlomeno dubbia, ma non riesce comunque a scavalcare l’uscita di Bionda. Come successo nel primo tempo, la seconda parte della ripresa risulta meno vivace della prima, con la stanchezza che comincia ad affiorare e i tentantivi offensivi che sembrano perdere in convinzione. Eppure al 78′ ecco l’episodio che cambia la partita: tutto nasce da un’ingenuità di Catalano sulla destra, che si fa anticipare su un pallone vagante e nel recuperare concede il calcio d’angolo. Lucca respinge in uscita il tiro dalla bandierina, ma Giozza è il primo ad intervenire sul pallone e calcia, in modo a dire il vero non irresistibile, da fuori: il tiro sorprende Lucca, forse non tornato adeguatamente in posizione tra i pali o ingannato dal movimento dei numerosi giocatori frapposti tra lui e il pallone, e termina in rete. I nostri ragazzi provano a reagire, ma difettano di lucidità, mentre la Varzese sembra avere buon gioco appoggiando il gioco sull’inesauribile Piroia, che prova a fare reparto da solo. L’ingenuità del subentrato Amadei, che commette un’inutile e pericoloso fallo a centrocampo e viene espulso, dà nuove speranze ai grigiogranata, che riagguantano il pareggio pochi secondi prima del recupero: Batista si procura e calcia una punizione, riuscendo a sorprendere Bionda con una soluzione potente e resa velenosa da un’insolito effetto del pallone. Il pareggio che matura al termine del lungo recupero può essere considerato, viste le premesse, un risultato positivo, ma visto il vantaggio in termini di occasioni da gol, resta l’impressione che si sarebbe potuto portare a casa l’intera posta in palio. In seguito al punto ottenuto la Varzese sale in testa alla classifica a quota 22 punti, tallonata a 21 da Omegna (che deve ancora recuperare la partita contro il Carpignano di questo turno), Romagnano e Riviera d’Orta. Saranno proprio i cusiani l’ultimo avversario dei nostri ragazzi nel girone d’andata, sabato prossimo sul sintetico di Romagnano.

Tabellino: Formazioni

Romagnano: Lucca, Romanotto (cap.), Malandra, Delvecchio, Filiberti, Zoccali, Khouma, Pasta (dall’88 Cerri P.), Batista, D’Angelo, Catalano. A disposizione: Brera, Cerri G. Allenatore: Tota.

Varzese: Bionda, Aschieris, Gatti, Tonossi (dal 83′ Tarovo), Caffoni, Giozza (cap.), Daoro (dal 70′ Bozzo), Palmitano (dal 54′ Amadei), Piroia, Ciocca, Cartellà (dal 63′ Mastroianni). A disposizione: Bleve, De Lucia. Allenatore: Gasberti.

Marcatori: 78′ Giozza (V), 90′ Batista (R).

Provvedimenti disciplinari: espulso Amadei (V).